Funzione Normativa

TITOLO III

Funzione normativa

Art.70

Regolamenti

  1. Il Comune emana Regolamenti:
    1. a) nelle materie ad essi demandate dalla Legge o dallo Statuto;
    2. b) in tutte le altre materie di competenza comunale.
  2. Nelle materie di competenza riservata dalla Legge generale sugli enti locali, la potestà regolamentare viene esercitata nel rispetto delle suddette norme generali e delle disposizioni statutarie.
  3. Nelle altre materie i regolamenti comunali sono adottati nel rispetto dei princìpi delle leggi statali e regionali, tenendo conto delle altre disposizioni regolamentari emanate dai soggetti aventi una concorrente competenza nelle materie stesse.

Art.71

Statuto

  1. Lo Statuto contiene le norme fondamentali dell'ordinamento comunale. Ad esso devono conformarsi tutti gli atti normativi del Comune.
  2. E' ammessa l'iniziativa da parte di almeno 2/3 del Consiglio comunale, per proporre modificazioni allo Statuto anche mediante un progetto redatto in articoli.
  3. La proposta di deliberazione di abrogazione totale dello Statuto deve essere accompagnata dalla proposta di deliberazione di un nuovo Statuto in sostituzione di quello precedente, lo stesso per le modificazioni mediante un progetto redatto in articoli e sono deliberati dal Consiglio con la procedura di cui all'art. 4, comma 3 Legge 8/6/1990, n. 142.
  4. Una iniziativa di abrogazione o di revisione respinta dal consiglio comunale, non può essere rinnovata nel corso della durata in carica dello stesso mandato amministrativo.

Art. 72

Adeguamento delle fonti normative comunali e Leggi sopravvenute

  1. Gli adeguamenti dello Statuto a Leggi sopravvenute, e dei Regolamenti, debbono essere apportati, nel rispetto dei principi dell'ordinamento comunale contenuti nella Costituzione, nella Legge 8 giugno 1990, n. 142, ed in altre leggi e nello Statuto stesso, entro i 120 giorni successivi all'entrata in vigore delle nuove disposizioni.

Art. 73

Norme transitorie e finali

  1. Dopo l'approvazione da parte del Consiglio Comunale, lo Statuto è affisso all'Albo Pretorio del Comune per trenta giorni consecutivi e trasmesso, contestualmente all'affissione all'Albo Pretorio, entro 5 (cinque) giorni dall'approvazione, al competente organo regionale .
  2. Il Consiglio approva entro un anno dalla entrata in vigore dello Statuto, i regolamenti previsti dallo Statuto stesso, salve diverse previsioni di legge. Fino all'adozione dei suddetti regolamenti, restano in vigore le norme adottate dal comune secondo la precedente legislazione che risultino compatibili con la legge e lo Statuto.
  3. Il Segretario comunale appone in calce all'originale dello Statuto la dichiarazione di entrata in vigore.
 

LOGO3sito

Registrati per accedere ad aree personalizzate